Sulla obiezione di coscienza

Concretezza, XI (16 maggio 1965), n. 10   Non ho mai avuto la vocazione dell’inquisitore o dell’accusatore; anzi, mi onoro di appartenere a quella categoria di romantici (le giovani generazioni la definiscono meno rispettosamente) che, quando vedono un uomo in mezzo ai carabinieri, sono portati a compatirlo con un solidale «poveretto». Figuratevi, quindi, se mi […]

1965

11 febbraio I Cappellani militari in congedo della Toscana votano un ordine del giorno nel quale «considerano un insulto alla Patria e ai suoi caduti la cosiddetta ‘obiezione di coscienza’ che, estranea al comandamento dell’ amore è espressione di viltà».   6 marzo Il settimanale “Rinascita” pubblica la risposta di don Lorenzo Milani ai cappellani […]