1972

5 gennaio

Il procuratore militare della repubblica di Verona nega l’autorizzazione al pastore valdese Eugenio Rivoir di visitare due obiettori di coscienza valdesi rinchiusi nel carcere di Peschiera.

 

19 febbraio

Il Partito Radicale lancia le “dichiarazioni collettive” di obiezione di coscienza.

 

11 marzo

L’obiettore Roberto Cicciomessere, segretario del Partito Radicale e animatore di battaglie antimilitariste, si consegna ai Carabinieri e viene incarcerato a Peschiera.

 

16 maggio

Un articolo apparso sul “Manifesto” dal titolo “Non in prigione ma in caserma” giudica negativamente la nonviolenza e l’obiezione di coscienza e accusa gli obiettori di astenersi dalle lotte proletarie.

 

14 novembre

In tv viene trasmessa la rubrica “Sotto processo” dedicata a “il servizio militare: obbligatorio o volontario” con interviste ad alcuni soldati, ripresi di spalle.

 

14 dicembre

La Camera approva definitivamente, in una sola seduta della Commissione Difesa, il disegno di legge Marcora sull’obiezione di coscienza.

 

15 dicembre

Viene promulgata la legge n. 772 contenente “Norme per il riconoscimento dell’ obiezione di coscienza”.

 

29 dicembre

Il Ministero della Difesa emana la prima circolare in applicazione della legge 772.