Nessuna immagine disponibile
Tutela dei diritti sociali. L’impegno degli obiettori di coscienza per costruire la pace
 Autore: Autori Vari  Editore: Fondazione Emanuela Zancan  Anno: 1994  ISBN: 88-85660-43-6  Pagine: 216 Leggi l'indice
Descrizione:

AA.VV. Tutela dei diritti sociali. L’impegno degli obiettori di coscienza per costruire la pace. A cura di Mauro Stabellini e Paolo De Stefani. Fondazione Emanuela Zancan, Padova 1994

Questo sussidio didattico per la formazione degli obiettori di co­scienza nasce in un momento che lo rende particolarmente attuale almeno per quattro motivi.
Il tradimento  del Parlamento che  è stato sciolto senza aver portato a compimento la legge sull’obiezione di coscienza dopo che, due anni fa, l’aveva già approvata a larga maggioranza. Questo vo­lume è la risposta degli obiettori che all’incoscienza di chi ha ostaco­lato l’approvazione della legge rispondono con un rinnovato impe­gno di formazione per adempiere in modo più efficace con un servi­zio civile più qualificato al sacro dovere di difendere la patria.
L’apertura degli obiettori di coscienza alla tutela dei diritti sociali: è un filone culturale che la Fondazione «E. Zancan» ha coltivato in questi anni con vari seminari e pubblicazioni, e che è lieta di mettere a disposizione, con questa ulteriore elaborazione, a quanti si impe­gnano nella formazione degli obiettori di coscienza.
Il contesto nazionale che sta aprendosi alla prospettiva del ser­vizio civile per tutti. La Fondazione «E. Zancan» e la Caritas italiana hanno già elaborato e presentato pubblicamente una proposta arti­colata sull’argomento, che dovrà essere trasformata in articolato di legge. Contemporaneamente lo stato maggiore dell’esercito, con i suoi organi di studio e di ricerca, ha pure messo a punto una pro­posta di servizio civile per tutti, nel quadro del nuovo modello di di­fesa, ispirata a criteri molto diversi. Il nuovo Parlamento dovrà af­frontare anche questo tema. Nel progetto di servizio civile per tutti, qualunque esso sia, la formazione avrà una importanza fondamen­tale. Anche in questa prospettiva il presente sussidio acquista parti­colare attualità.

[dalla Presentazione]